News ed eventi

Nichelino
Biblioteca civica  G.Arpino
Quando/Dove:
15/03/2018 ore 18,45
via F.Turati 4/8
Rassegna stampa

Si chiama Aldo Perin ed è rimasto in silenzio tutta la sera. Quando poi con al figlia ha deciso di tornare a casa perché era molto stanco si è capito che si trattava di un ex internato militare. E’ accaduto a Nichelino, nel corso della presentazione di Matite sbriciolate presso la Biblioteca civica Arduino il 15 marzo scorso.  Una storia drammatica quella di Aldo Perin, deportato nel campo di lavoro forzato di  Nordhausen, tra i più duri per i prigionieri del Terzo Reich perché si trattava del lavoro in miniera. Pochi sono tornati vivi da quell’ inferno. ”Avevo sempre fame. Un filoncino di pane dovevamo dividerlo in otto. Per coprire i crampi della fame bevevo e così provavo a riempire lo stomaco”. Il pubblico gli ha dedicato un caloroso applauso.

La serata, che rientra nel ciclo “Incontro con l’autore” della Biblioteca Arduino è stata presentata da Ilaria Mardocco dell’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) e da Fulvio Grandinetti dell’Aned (Associazione Nazionale Ex deportati) che insieme all’Ana (associazione Nazionale Alpini) e alla sezione dell’Unitre di Nichelino sono stati gli sponsor dell’evento.

Alessandria
Museo Etnografico
C'era una volta
Quando/Dove:
28/02/2018 ore 21
Piazza della Gambarina 1
Rassegna stampa

Il Piccolo     27 febbraio 2018  

Andrea Desana e Silvestro Castellana, figli di internati militari italiani, sono stati i veri protagonisti della serata che si è svolta ad Alessandria il 28 febbraio 2018 nella sala conferenze del Museo Etnografico della Gambarina. Con i loro ricordi di figli hanno creato un intreccio molto speciale con la storia di Antonio Colaleo nel corso della presentazione di Matite sbriciolate.

Silvestro Castellana, figlio di Salvatore, ha ricordato gli eventi avvenuti nei campi di Sandbostel e di Wietzendorf perché scritti da suo padre in un diario, divenuto un prezioso cimelio di famiglia. Andrea Desana è figlio di Paolo, testimone delle terribili violenze avvenute nella fabbrica lager di Colonia. Parlamentare della Democrazia Cristiana, Desana si era dedicato totalmente all’agricoltura e al settore vitivinicolo. “Ma negli ultimi mesi della sua vita – dice Andrea -  mi parlava solo e soltanto della sua esperienza di prigionia con il desiderio struggente di lasciare la sua voce a quella storia ancora poco conosciuta dell’internamento militare, da divulgare e da tramandare alle generazioni future”.

Monopoli (Ba)
Biblioteca civica
P. Rendella
Quando/Dove:
20/02/2018 ore 18
Biblioteca Rendella,
Piazza Garibaldi 24
Rassegna stampa

Sette news   23 febbraio 2018

Nella bellissima sala convegni della biblioteca civica Prospero Rendella, a ridosso del porticciolo di Monopoli, si è svolta il 20 febbraio 2018 la presentazione di Matite sbriciolate.

Nel saluto iniziale Valentino Lenoci, presidente della sezione Anpi di Monopoli, ha sottolineato l’interesse dell’associazione al recupero della memoria dell’internamento e del sacrificio dei militari italiani che hanno detto No al nazifascismo. “Abbiamo ricostituito la sede dell’Anpi – ha detto Lenoci - e intendiamo lavorare sulla Memoria ma anche sulla educazione alla legalità ripartendo dalla nostra Costituzione”. 

Ha condotto l’incontro Flora Villani, curatrice della recente pubblicazione Memorie di Guerra,  diario del monopolitano Mario Rossani.

Interessante la testimonianza di Lella Leoci, figlia di un internato militare prigioniero dei francesi in Nord Africa tornato nel ’46 malato di malaria. Ha raccontato le sofferenze de padre e delle atrocità subite nel corso della prigionia nei campi francesi. Una storia ancora poco raccontata.

Mottola (Ta)
Sala Convegni
Quando/Dove:
19/02/2018 ore 18
Sala Convegni,
via Vanvitelli
Rassegna stampa

La Gazzetta del Mezzogiorno

19 febbraio 2018

Si è aperta con l’inno nazionale e alla presenza di un gran numero di militari la presentazione di Matite sbriciolate tenuta nel comune di Mottola (Taranto) il 20 febbraio 2018. L’Anmig (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra) e l’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) sono stati gli organizzatori insieme all’Associazione Carabinieri e l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia.

Nella splendida Sala conferenze dopo il saluto di benvenuto di Franco Caramia dell’Anmig di Mottola e il ricordo di alcuni militari nativi di Mottola da parte di Domenico Rotolo, storico della Marina militare, il sindaco della città, Gianpiero Barulli, è intervenuto definendo il titolo del libro un ossimoro. “La matita è vita-ha detto Barulli-è desiderio di creazione, è slancio verso una forma mentre lo sbriciolare è alienazione dalla vita, è distruzione. Sono i sentimenti degli internati: la contrapposizione tra i sogni e le speranze di sopravvivere e la presenza angosciante della morte”. Giuseppe Stea, presidente provinciale dell’ Anpi, ha sottolineato l’importanza della Memoria dinamica, cioè non solo ricordo ma impegno affinché gli orrori del passato non si ripetano.

Bari
Casa del Mutilato
Quando/Dove:
17/02/2018 ore 18
Auditorium
Casa del Mutilato
via Murat 1
Rassegna stampa

La Gazzetta del Mezzogiorno

14 febbraio 2018

Il salone centrale della Casa del Mutilato, l’edificio costruito a Bari nel 1935 e recentemente ristrutturato, ha ospitato il 19 febbraio 2018 la presentazione di Matite sbriciolate, organizzata dall’Anmig, l’Anpi, l’associazione “Eredi della storia” e il circolo Acli “Don Tonino Bello”.

Nicola Bufi, presidente dell’Anmig Puglia, ha salutato i partecipanti e Micaela Paparella, in rappresentanza del Sindaco, ha valorizzato la storia dell’internamento militare quale importante contributo alla Memoria. Ferdinando Pappalardo, presidente provinciale dall’Anpi, ha presentato il libro sottolineando i legami della città di Bari e la storia di Antonio Colaleo. Sono intervenuti Michele Spadavechia, per “Eredi della storia”, Anna Dentamaro, dell’Anmig di Bari e Carlo Sollitto, della sezione Acli, di Bari.

Presente all’incontro Giuseppe Binetti, ex Imi di 98 anni, e il piccolo Carlo Colaleo, pronipote di Antonio, che ha mostrato grande interesse per la storia del suo bisnonno.

Bari
Istituto Marco Polo
Quando/Dove:
16/02/2018 ore 10
Auditorium
Via Giuseppe Bartolo

Musica accompagnata da letture e protagonisti gli studenti. In un clima di grande partecipazione si è svolta il 16 febbraio 2018 presso l’istituto Marco Polo di Bari la conversazione su Matite sbriciolate. La preside Rosa Scarcia ha aperto l’incontro che ha visto coinvolte 6 classi per un totale di circa 200 studenti.

Enzo Telarico, insegnante di lettere, ha introdotto l’argomento del libro citando l’episodio di Cefalonia mentre il contesto storico che fa da sfondo agli eventi della prigionia dei militari italiani internati nel lager tedeschi è stato illustrato da Ferdinando Pappalardo, docente di storia presso l’Università di Bari, presidente provinciale dell’Anpi e senatore  della Repubblica.

Gli studenti Francesco Finocchio e Martina Plantamura hanno letto le lettere di due internati  tratte dal libro Matite sbriciolate. I fratelli Luca Francesco Lomaglio al piano e Davide Andrea Lomaglio al violino hanno eseguito musiche di Ludovico Einaudi: Oltremare e Divenire.

Padova
Museo Nazionale 
 dell'internamento
Quando/Dove:
31/01/2018 ore 18
Sala Paride Piasenti
Via dell'Internato Ignoto 24

“Un giorno è entrato nel museo un uomo alto e ben vestito che si è fermato a lungo e in silenzio davanti al plastico di Sandbostel.  Allora mi sono avvicinata e mi ha detto con una voce che tradiva l’emozione: io stono stato lì”. Luisa Rampazzo volontaria dell’Anei(Associazione Nazionale Ex Internati), ha raccontato l’episodio nel corso della presentazione di Matite sbriciolate, avvenuta il 31 gennaio nella sala Paride Piasenti del Museo dell’Internamento di Padova.  L’Anei,  costituita dal 1948 da reduci militari internati nei lager nazisti, si occupa della gestione del Museo. Maurizio Lenzi, presidente dell’Anei, ha dato il saluto di benvenuto, Gastone Gal, della Federazione provinciale dell'Anei, ha condotto l’incontro. 

Il Museo di Padova  accoglie quotidianamente un gran numero di visitatori e di studenti in un percorso didattico sulla storia dell’internamento (quasi 4 mila presenze nel 2017). All’interno è allestita una mostra contenente oggetti appartenuti agli internati e un plastico del campo di Sandbostel. Qui si trova la Caterina, l’apparecchio radio costruito clandestinamente con pezzi di recupero dai prigionieri di Sandbostel. 

Rassegna stampa
Molfetta
Sala Consiliare
del comune di Molfetta
Quando/Dove:
13/02/2018 ore 18
Sala Consiliare
Piazza del Municipio

Quindici on line

1 marzo 2018

Giuseppe Binetti, un ex Imi di 98 anni è stato il protagonista dell’incontro che si è svolto nella Sala consiliare del comune di Molfetta il 13 febbraio 2018. Il nome di Binetti è stato aggiunto all’Albo d’onore del comune di Molfetta, riservato a nomi di personaggi illustri della città.

Giuseppe Binetti, dell’arma dei Bersaglieri, ha raccontato alcuni eventi della sua storia di internato: il suo lavoro alla Volkswagen e l’episodio di Sandbostel, quando Caterina, la radio clandestina del lager, trasmise la notizia dello sbarco in Normandia e i prigionieri del campo riempirono il laghetto con barchette di carta per sbeffeggiare i tedeschi.

Nicola Bufi, presidente regionale dell’ANMIG (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra) e nipote di un ex internato, ha aperto l’incontro. Michele Spadavecchia, presidente dell’associazione culturale "Eredi della Storia" ha inquadrato storicamente l’internamento militare con il supporto delle foto di Vittorio Vialli.

Pescantina (Verona)Sala Consiliare 
del comune di Pescantina
Quando/Dove:
30/01/2018 ore 20:30
Pescantina

Il gonfalone del comune di Pescantina, due divise di internati italiani e un’ esposizione di oggetti militari: è stato lo sfondo della presentazione di Matite sbriciolate che si è svolta a Pescantina il 30 gennaio 2018. Nel piccolo centro in provincia di Verona nell’estate del ’45 i militari deportati nei lager tedeschi che rimpatriavano in Italia trovarono un’accoglienza straordinaria caratterizzata da una grande umanità. Tutta la popolazione partecipò all’evento; in particolare un gruppo di donne, apostrofate poi Angeli di Pescantina, si dedicò al primo soccorso e permise ai militari di rifocillarsi e tornare a casa.

Alla città di Pescantina nel 2007 è stata conferita dalla Repubblica italiana la medaglia d’oro al merito civile. Lo ha ricordato il sindaco della città, Luigi Cadura, nel discorso di apertura sottolineando l’impegno costante e sentito della popolazione a tenere viva la Memoria della deportazione e dell’internamento militare .

Quando/Dove:
18/01/2018 ore 17:00
Palazzo San Celso

corso Valdocco, 4,

Torino

Torino,
Museo Diffuso
della Resistenza, 
Gli internati militari nel Giorno della Memoria
Rassegna stampa

Corriere della sera,

17 gennaio 2018

Il 18 gennaio 2018 è stata una giornata dedicata alla memoria degli IMI di Torino. La cerimonia si è svolta al mattino con la posa della pietra d'inciampo (Stolpersteine) dell'artista Gunter Demnig dedicata al generale Balbo Bertone di Breme.

Nel pomeriggio, a Palazzo san Celso, presso Il Museo diffuso della Resistenza si è svolta la presentazione di "Matite sbriciolate"

Il direttore dell’Istituto storico della Resistenza Luciano Boccalatte, ha dato il benvenuto al pubblico presente costituito da numerosi allievi della Scuola di Applicazione di Torino. E’ seguito il saluto di Pensiero Acutis, presidente dell’Anei, e del generale Pennino. Franco Cravarezza, dell’Anei, ha sottolineato il valore del rifiuto degli Imi al nazifascismo e lo storico Cristian Pecchenino ha introdotto storicamente la vicenda dei militari internati.

L’incontro si è concluso con la proiezione del docufilm di Dario Dalla Mura e Elena Peloso "Ritorno a casa - Pescantina 1945" realizzato a cura dell’Archivio  Nazionale Cinematografico della Resistenza.

Noci (Bari)
Settembre in
Santa Chiara
Conversazioni storiche 
Quando/Dove:
21/09/2017 ore 19:00
Chiostro delle Clarisse

via Porta Putignano 18,

Noci (Bari)

Rassegna stampa

La Gazzetta del Mezzogiorno,

21 settembre 2017 

Il suggestivo chiostro delle Clarisse del comune di Noci, nel cuore delle Murge in provincia di Bari, ha ospitato il 21 settembre 2017 la presentazione di Matite sbriciolate. L’evento costituiva il terzo appuntamento della sedicesima edizione di "Settembre in Santa Chiara": un ciclo di conferenze organizzato dalle associazioni culturali Giuseppe Albanese e Darf, in collaborazione con la Biblioteca Anastasio Amatulli per i cinquant’anni della Biblioteca comunale. 

Giuseppe Basile, coordinatore dell’evento e direttore della Biblioteca, ha aperto l’incontro. 

Mariarosaria Lippolis presidente della Darf, l’associazione che da diversi anni organizza a Noci il festival internazionale del fumetto e dell’arte “Comix zone”, ha spiegato l’interesse dell’associazione a Matite sbriciolate quale contributo alla ricerca storica attraverso la forma artistica del disegno.

«L’8 settembre del ‘43 l’Italia perde la propria sovranità con un capovolgimento di alleanze - racconta Vito Antonio Leuzzi, direttore dell’Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea. - Molti soldati si illudono che con l’Armistizio sia finita la guerra. Invece è solo l’inizio di un immane tragedia ".

Presenti all’ incontro anche il senatore nocese Piero Leuzzi e Domenico Blasi, direttore dell’associazione culturale Umanesimo di Pietra il quale ha proposto di portare Matite sbriciolate nelle scuole per tenere viva tra i giovani la memoria dell’internamento.

Roma,
Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia
Quando/Dove:
06/06/2017 ore 17:00

via Labicana 15/a,

Roma

Rassegna stampa

Nella sede dell’ANRP, Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia e dall’Internamento, che ospita il museo "Vite di IMI", si è svolta il 6 giugno 2017 la presentazione di “Matite sbriciolate”. Il pubblico era costituito da iscritti  e sostenitori dell’associazione e da numerosi studenti.

Michele Montàgano, presidente vicario dell’ANRP ha aperto l’incontro. Ex internato, Montàgano, che ha condiviso la prigiona di Antonio Colaleo nei campi di Biala Podlaska e di Sandbostel, da anni dedica tutte le sue energie alla diffusione nelle scuole della storia dei militari internati. Rosina Zucco, coordinatrice dei progetti dell’ANRP, ha rivisitato dal punto di vista artistico i disegni dei lager. Enrica Tedeschi, sociologa dell’Università Roma Tre e autrice della prefazione di Matite sbriciolate, ha evidenziato la presenza di numerose chiavi interpretative nella ricostruzione della storia degli internati. “Le sofferenze che producono forme di creatività: è il  paradosso del lager”, ha osservato Luciano Zani sul tema della cultura e dell'arte  in prigionia. Zani è docente di storia contemporanea all’Università La Sapienza di Roma e profondo conoscitore della storia degli internati militari italiani. 

Chieri,
Associazione Nazionale Alpini
Quando/Dove:
31/05/2017 ore 21:00

via san Filippo 2,

Chieri

Rassegna stampa

Giovanni Negro di Torino ex internato nei campi di Norimberga e Walden, e Livio Cella di Chieri, deportato nel lager di Mauthausen, sono stati i protagonisti della presentazione di Matite sbriciolate, che si è svolta il 31 maggio presso la sede dell’Associazione Nazionale Alpini di Chieri. I due testimoni hanno raccontato le proprie storie suscitando grande emozione nel pubblico. Dopo il saluto del Presidente della sezione di Chieri Vittorio Rusco e del vicesindaco Emanuela Olia, il giornalista Enrico Bassignana ha moderato la serata. Massimo Carraro ha letto un brano tratto dal libro di Giulio Bedeschi "Prigionia: c'ero anch'io" in cui viene citato l’alpino chierese Ermanno Ercules, ex internato nel lager di Sandbostel. 

 Bari,
 Archivio di Stato
Quando/Dove:
05/05/2017 ore 18:00

via Pietro Oreste 45,

Bari

Nell’Auditorium dell’Archivio di Stato di Bari si è svolta il 5 maggio 2017 la presentazione di “Matite sbriciolate”.

La direttrice dell’Archivio Antonella Pompilio ha aperto l’incontro; la storica Rosina Basso Lobello, presentando il libro, ha ricostruito la storia dei militari italiani internati nei lager e il significato del loro No alla Repubblica di Salò e al nazismo .

La relatrice ha sottolineato il valore della tradizione orale nella storiografia contemporanea e l’importanza della Memoria quando da personale diventa collettiva e pubblica.

Nelle sale dell'Archivio di Stato di Bari era allestita la prestigiosa mostra dei Guerrieri di terracotta dell'Imperatore cinese Qin. 

Rassegna stampa
Quando/Dove:
09/02/2017 ore 21:00

via Vittorio Emanuele II, 1

Chieri (TO)

Chieri,
Biblioteca civica

Si è svolta a Chieri nella sala Conferenze della Biblioteca di Chieri il 9 febbraio 2017 la prima serata di presentazione del libro “Matite sbriciolate”.

Il sindaco di Chieri, Claudio Martano, ha aperto l’incontro ricordando l’impegno della città a tener viva la memoria delle vittime della deportazione nei lager nazisti.

Ha presentato il libro e l’Autrice il giornalista Luciano Genta.

Rassegna stampa